Quotes by Seneca

169 quotes found  
9010È l'animo che devi cambiare, non il cielo sotto cui vivi.
8956Si volge ad attendere il futuro solo chi non sa vivere il presente.
8952La vita è lunga se è piena.
9076Non può godere una vita tranquilla chi pensa troppo a prolungarla e annovera fra i grandi beni vivere a lungo.
9029Non credere che si possa diventare felici procurando l'infelicità altrui.
9065La calamità è l'opportunità della virtù.
9070Chi troppo presto giudica, s'affretta al pentimento.
8993Imperare sibi maximum imperium est.
8991Il lavoro caccia i vizi derivanti dall'ozio.
8987Chi vive nell'ozio senza il conforto delle belle lettere, è come morto, è un sepolto vivo.
9083Niente costa di più di ciò che si è comperato con le preghiere.
9082Pianto d'erede è mascherato riso.
9006Se voglio trastullarmi con qualche buffone, non devo cercarlo lontano: rido di me.
8955Ci vuole tutta la vita per imparare a vivere e, quel che forse sembrerà più strano, ci vuole tutta la vita per imparare a morire.javascript:add_record(false)
8960Chi accoglie un beneficio con animo grato paga la prima rata del suo debito.
9074È naturale ammirare più le cose nuove che le grandi.
9056Lieve è il dolore che permette di prendere una decisione.
2815Non si può trovare sollievo nella fuga poiché si fugge sempre in compagnia di se stessi.
9073E' inevitabile la morte, come è inevitabile la perdita dei beni ; anzi, a ben comprendere, questo è motivo di conforto. Sappi abbandonare tutto serenamente, poiché devi morire.
8964La felicità è sempre instabile e incerta.
9081Fuggi l'ambizione e vinci un regno.
8997La vita, senza una meta, è vagabondaggio.
9025Vivi adesso.
9035La lunghezza della vita non si misura dai capelli bianchi o dalle rughe: non è un vivere questo, è solo un esistere a lungo.
5957Povero non è colui che ha poco, povero è colui che non ha mai abbastanza.
9097Quando trionfa il vizio, è peccator l'onesto.
9077Pazienza offesa diventa furore.
9084Curan la fama i più, pochi l'onore.
8996L'uomo è un animale che ragiona.
8965Non deviare dalla natura ed il formarci sulle sue leggi e sui suoi esempi, è sapienza.
9088Altro l'uom ha sul labbro, altro nel core.
9087Tal nella solitudine vivi qual fossi in piazza.
9000Nasciamo diversi, moriamo uguali.
9019Dipenderai meno dal futuro se avrai in pugno il presente.
9080Pazienza, non lacrime, necessità richiede.
9032Il sole splende anche sui malvagi.
9031Abbiamo davanti agli occhi i peccati degli altri uomini, ma i nostri li portiamo sulla schiena.
8940La virtù si indebolisce senza un avversario, allora appare quanto sia grande e quanto valga , quando mostra che cosa possa con la sua pazienza.
9002Troppi libri sono dispersivi: dal momento che non puoi leggere tutti i volumi che potresti avere, basta possederne quanti puoi leggerne. [...] Leggi sempre, perciò autori di valore riconosciuto e se di tanto in tanto ti viene in mente di passare ad altri, ritorna poi ai primi.
9012La solitudine è per lo spirito ciò che il cibo è per il corpo.
8961Giammai sarai felice finché un altro ti darà fastidio per il fatto che è più felice di te.
5461Questo è l'unico motivo per cui non possiamo lagnarci della vita: essa non trattiene nessuno.
8973La felicità vera è nella virtù.
9075Chi con un ebbro litiga, un uomo assente insulta.
8968Una grande fortuna è una grande schiavitù.
8971Chi è troppo indaffarato non può svolgere bene nessuna attività, perché una mente impegnata in mille cose non può concepire nobili pensieri.
9041Ogni piacere ha il suo momento culminante quando sta per finire. In mezzo agli stessi piaceri nascono le cause del dolore.
8979Rivendica i tuoi diritti su te stesso, e il tempo che finora ti veniva portato via o ti veniva rubato o ti sfuggiva di mano, trattienilo e custodiscilo.
8958Che cosa misera è l'umanità se non si sa elevare oltre l'umano!
8943In hoc enim fallimur, quod mortem prospicimus: magna pars eius iam praeterit; quidquid aetatis retro est mors tenet.
9023La libertà è l'affrancamento dalle passioni.
9022Non chi ha poco è povero, ma chi desidera più di quello che ha.
8967Sacra è la voce del popolo.
8957Chi domanda timorosamente, insegna a rifiutare.
9054Se si potesse, preferirei mostrarti ciò che provo senza bisogno di parole.
9043Una donna o ama o odia; non ha una via di mezzo. Il pianto della donna è menzogna. Negli occhi della donna vi sono due tipi di lacrime, le une provocate dal vero dolore, le altre indotte dalla scaltrezze. Una donna che pensa sola, pensa cose cattive.
8990I vizi: è più facile sradicarli che tenerli a freno.
9027Ricordati di spogliare gli avvenimenti dal tumulto che li accompagna e di considerarli nella loro essenza: capirai che in essi non c'è niente di terribile se non la nostra paura.
9090La speranza del premio allevia la fatica.
9013Nessuna conoscenza, se pur eccellente e salutare, mi darà gioia se la apprenderò per me solo. Se mi si concedesse la sapienza con questa limitazione, di tenerla chiusa in me, rinunciando a diffonderla, la rifiuterei.
8983Chi si adatta bene alla povertà è ricco.
8995L'inizio della salvezza è la conoscenza del peccato.
9036Penso tra me e me quanti sono gli uomini che esercitano il corpo e quanto pochi quelli che esercitano la mente; quanta gente accorre a un passatempo inconsistente e vano, e che deserto intorno alle scienze; che animo debole hanno quegli atleti di cui ammiriamo i muscoli e le spalle.
9037La morte pareggia tutto.
4903La vera felicità è non aver bisogno di felicità
9089Carezze, non comandi, amor fan dolce.
4407Let us train our minds to desire what the situation demands.
9071È di gran sollievo pensare che il male che ti è accaduto, tutti prima di te l'han sofferto, e tutti lo soffriranno.
9061Ci vuole altrettanta magnanimità per riconoscere un favore ricevuto che per renderlo.
9066Nulla è più contrario alla guarigione del cambiare spesso i rimedi.
9804Il saggio è colui che sa vivere senza speranza e senza paura.
9017Da un uomo grande c'è qualcosa da imparare anche quando tace.
9096Senza varietà nulla è giocondo.
9033Proprio come sceglierò la mia nave quando mi accingerò ad un viaggio, o la mia casa quando intenderò prendere una residenza, così sceglierò la mia morte quando mi accingerò ad abbandonare la vita.
9021La lealtà comprata col denaro, dal denaro può essere distrutta.
9009Una bella donna non è colei di cui si lodano le gambe o le braccia, ma quella il cui aspetto complessivo è di tale bellezza da togliere la possibilità di ammirare le singole parti.
9045Perdona sempre gli altri, mai te stesso.
9008Vivere vuol dir combattere.
8992Comandare a se stessi è la forma più grande di comando.
8969A me bastano poche persone, anzi anche una sola o addirittura nessuna.
9034L'applauso della folla è la prova dell'empietà di una causa.
9018Il più potente è colui che ha se stesso in proprio potere.
8953Non si soffre, in effetti, per la mancanza di questi beni, ma per il pensiero della loro mancanza. Chi ha il possesso di sé non ha perso niente: ma quanti hanno la fortuna di possedere se stessi?
9093Breve è la vita in sé, lunga il dolor la rende.
8989I mali che fuggi sono in te.
10463Differenza tra le malattie dell’animo e le cattive inclinazioni [...]: le malattie sono vizi inveterati e incalliti, come l’avarizia, o come l’ambizione; e, quando sono troppo radicate nell'animo, diventano mali insanabili. In poche parole: la malattia è un atteggiamento dello spirito ostinato nel male, e consiste nel desiderare intensamente cose che poco lo meritano; o se preferisci, nell'essere troppo proclivi verso cose che sono poco desiderabili, o del tutto indesiderabili; oppure nel dare grande importanza a cose che dovremmo giudicare di poco o di nessun valore. Le cattive inclinazioni, invece, sono moti disordinati e improvvisi dell’animo che, quando sono trascurati e si ripetono con frequenza, provocano il male, così come il catarro, non ancora cronico, provoca la tosse; ripetendosi spesso, produce la tisi. Perciò, quelli che hanno molto progredito sono al sicuro dalle malattie, ma, sebbene vicini alla perfezione, sentono ancora le cattive inclinazioni.
9042Si può capire il carattere di una persona dal modo in cui accoglie le lodi.
9004Occorre che la legge sia breve, perché più facilmente gli inesperti la ricordino.
8970il popolo affamato non sente ragioni, nulla di giusto lo placa, nessuna preghiera lo piega.
8950Lieve è il dolore che parla. Il grande è muto.
8978Un tale ordine non può appartenere a una materia che si agiti casualmente. Un incontro di elementi senza piano e senza disegno non avrebbe questo equilibrio, né una cojavascript:add_record(false)sì saggia disposizione. L'universo non può essere senza Dio.
9068Il mondo è eterno, ma le sue singole parti non sono sempre uguali.
9062Nessuno è più infelice che la maggior parte di quelli che sono generalmente ritenuti felici.
9091Pensa, ma non dir mal del tuo nemico.
9051Noi viviamo come se dovessimo vivere sempre, non riflettiamo mai che siamo esseri fragili.
9001Nessuno è obbligato a correre sulla via del successo.
8985Chi è temuto teme: non può starsene tranquillo chi è oggetto della paura altrui.
8975Ma se sei uomo, ammira chi tenta grandi imprese, anche se fallisce.
9064Usa le orecchie piuttosto che la lingua.
7494Comandare non significa dominare, ma compiere un dovere.
169 quotes found