Quotes by Nicolas Gomez Davila

160 quotes found  
5236Il popolo non elegge chi lo cura, ma chi lo droga.
5178La saggezza consiste semplicemente nel non insegnare a Dio come si debbano fare le cose.
5185Nel nostro secolo ogni impresa collettiva edifica prigioni. Solo l'egoismo ci impedisce di collaborare ad atti infami.
5204Riformare la società per mezzo di leggi è il sogno del cittadino incauto e il preambolo discreto di ogni tirannia
5300Chi scrive per convincere mente sempre.
5201Questo secolo di pedagogia proletaria predica la dignità del lavoro, come uno schiavo che calunnia l'ozio intelligente e voluttuoso.
5290Per poter essere civilizzato l'uomo deve fingere di esserlo. La capacità di ipocrisia dà la misura della capacità di incivilimento di un popolo.
5190Non è la sensualità che allontana da Dio ma l'astrazione.
5270Vivere con lucidità una vita semplice, silenziosa, discreta, tra libri intelligenti, amando poche persone.
5166L'individualismo moderno si riduce a reputare personali e proprie le opinioni condivise da tutti.
5233Predicano le verità in cui credono o le verità in cui credono di dover credere?
5282L'uomo moderno è un prigioniero che si crede libero perché evita di toccare i muri della cella.
5159Il più grande errore moderno non è l'annuncio della morte di Dio, ma l'essersi persuasi della morte del diavolo.
5154Civiltà è ciò che è miracolosamente scampato allo zelo dei governanti.
5216Qualsiasi filosofo risulta indecifrabile per chi ne indaghi le risposte senza conoscerne prima le domande.
5203Respiro male in un mondo non attraversato da ombre sacre.
5252Rassegnarsi all'errore è il principio della saggezza.
5229Invecchiare è una catastrofe del corpo che la nostra codardia trasforma in catastrofe dell'anima.
5256L'uomo moderno non ama, si rifugia nell'amore; non spera, si rifugia nella speranza; non crede, si rifugia in un dogma.
5266La prolissità non è un eccesso di parole, ma una carenza di idee.
5253Dicesi problema sociale la necessità di trovare un equilibrio tra l'evidente uguaglianza degli uomini e la loro evidente disuguaglianza.
5285Ogni vita è un esperimento fallito.
5303Le rivoluzioni sono perfette incubatrici di burocrati.
5153Chiamiamo egoista chi non si sacrifica al nostro egoismo.
5212Un libro che non abbia Dio, o l'assenza di Dio, come protagonista clandestino, è privo d'interesse.
5226Lo sguardo disinfettante dell'intelligenza è l'unica profilassi contro le purulenze della vita.
5248Le incertezze del maestro sono le certezze del discepolo.
5181Le frasi sono pietruzze che lo scrittore getta nell'animo del lettore. Il diametro delle onde concentriche che esse formano dipende dalle dimensioni dello stagno.
5182Lo Stato moderno fabbrica le opinioni che poi raccoglie rispettosamente sotto il nome di opinione pubblica.
5241L'uomo è un animale che immagina di essere uomo.
5240Le idee sembrano frutto di improvvisi squilibri del cervello, che rapidamente torna alla sua stolida stabilità.
5275La serenità è il frutto della rassegnazione all'incertezza.
5210Tra i moderni succedanei della religione forse il meno abietto è il vizio.
5230Lo stupido, non comprendendo l'obiezione che lo confuta, si sente da essa rafforzato.
5267Riferita a problemi seri, la parola "soluzione" ha un suono grottesco.
5262Il sorriso dell'essere che amiamo è l'unico rimedio efficace contro il tedio.
5219Per il lettore che sa leggere tutta la letteratura è contemporanea.
5172La legge è forma giuridica del costume oppure sopraffazione della libertà.
5259Quanto più l'uomo crede di essere libero, tanto più facile è indottrinarlo.
5188Non c'è fraternità politica che valga un odio condiviso.
5151Al volgo non interessa essere libero, ma credersi tale.
5239Il ridicolo è il tribunale supremo della nostra condizione terrena.
5227La coerenza di un discorso non è prova di verità ma solo di coerenza. La verità è la somma di evidenze incoerenti.
5171La forma sublime del disprezzo è il perdono.
5220Chi si ostina a voler capire più di quel che c'è da capire capisce meno di tutti.
5173La legittimità del potere non dipende dalla sua origine ma dai suoi fini. Per il democratico, invece, nulla è vietato al potere se la sua origine lo legittima.
5260L'uomo non è padrone della propria intelligenza: ne riceve semplicemente le visite.
5206Sarebbe interessante verificare se c'è mai stata predica che non sia sfociata in assassinio.
5246Amare è sentire la pressione del corpo assente contro il nostro.
5167L'uomo ama solo chi adula, ma rispetta solo chi lo insulta.
5264Appartengono alla letteratura tutti i libri che si possono leggere due volte.
5243Lo scetticismo non è la tomba dell'intelligenza, bensì la fonte che la ringiovanisce.
5283Avere opinioni è il modo migliore per eludere l'obbligo di pensare.
5291Tutti si sentono superiori a quello che fanno perché si credono superiori a quello che sono. Nessuno crede di essere quel poco che è in realtà.
5155Duecento anni fa era lecito confidare nel futuro senza essere completamente stupidi. Ma oggi chi può dar credito alle attuali profezie, dato che siamo noi lo splendido avvenire di ieri?
5271Maturare è scoprire l'altra faccia delle cose.
5194Ogni civiltà è un dialogo con la morte.
5242Invecchiare con dignità è un compito da svolgere istante per istante.
5295Il pensiero è indefinito in entrambe le direzioni: non conosce conclusioni ultime, né princìpi primi.
5147Avere ragione è una ragione in più per non aver alcun successo.
5298Quando mi sento padrone di una verità non mi interessa l'argomento che la conferma, ma quello che la confuta.
5183Maturare non vuol dire rinunciare alle nostre aspirazioni, ma accettare che il mondo non è obbligato a soddisfarle.
5177La ragione è una mano premuta sul petto a placare il battito del nostro cuore disordinato.
5209Solo se ci contraddicono possiamo affinare le nostre idee.
5202Questo secolo sprofonda lentamente in un pantano di sperma e di merda. Per maneggiare gli avvenimenti attuali gli storici futuri dovranno mettersi i guanti.
5235Soltanto i personaggi dei romanzi mediocri risolvono i loro problemi.
5254Convincere chi ha opinioni proprie è facile, ma nessuno convince chi sostiene opinioni altrui. Nessuno si aggrappa tanto alle proprie opinioni quanto colui che è solamente l'eco dell'epoca in cui vive.
5169L'uomo moderno non si sente mai così individuo come quando fa le stesse cose che fanno tutti.
5249L'uomo intelligente è quello che mantiene la sua intelligenza a una temperatura indipendente dalla temperatura dell'ambiente in cui vive.
5299L'atteggiamento più discreto è quello di chi si gode la propria intelligenza senza pretendere di essere nel giusto.
5184Mille sono le verità, uno solo l'errore.
5214Visto dall'interno, niente è completamente vuoto.
5187Nessuno sa esattamente cosa vuole finché il suo avversario non glielo spiega.
5168L'uomo intelligente non vive mai in ambienti mediocri. Un ambiente mediocre è quello in cui non ci sono uomini intelligenti.
5199Quanto più gravi sono i problemi, tanto maggiore è il numero di inetti che la democrazia chiama a risolverli.
5276Solo lo stupido sa esattamente perché crede o perché dubita.
5215La libertà non è un fine, è un mezzo. Chi la scambia per un fine, quando la ottiene non sa che farsene.
5274Sono pochi quelli che non si scoraggiano quando smettono di credere alle menzogne.
5192Nulla è più pericoloso che risolvere problemi transitori con soluzioni permanenti.
5149Adattarsi è sacrificare un bene remoto a un bisogno immediato.
5244Arte popolare è l'arte del popolo che al popolo non sembra arte. Quella che gli sembra arte è arte volgare.
5158Il massimo trionfo della scienza sembra consistere nella velocità crescente con cui lo stupido può trasferire la sua stupidità da un luogo a un altro.
5225Delle persone che amiamo ci basta l'esistenza.
5157Il filosofo non è altro che la fiamma che lo brucia.
5223Al cospetto di ogni verità un'angoscia segreta ci pervade.
5197Pochi uomini sopporterebbero la propria vita se non si sentissero vittime della sorte.
5195Ogni nuova generazione accusa le generazioni precedenti di non aver redento l'uomo. Ma l'abiezione con cui la nuova generazione si adatta al mondo, dopo il fallimento di turno, è proporzionale alla veemenza delle sue accuse.
5160Il popolo sopporta di essere derubato, purché non si smetta di adularlo.
5245L'uomo comune erra nell'oscurità, il filosofo si sbaglia alla luce del sole.
5289La fede di qualsiasi uomo intelligente, qualsiasi fede, vacilla se ascolta i suoi correligionari.
5263Non potendo parlare sempre della morte, tutti i nostri discorsi sono banali.
5269La Bibbia non è la voce di Dio, ma quella dell'uomo che lo incontra.
5213Una convinzione si irrobustisce solo quando la nutriamo di obiezioni.
5257Si deve leggere solo per scoprire ciò che va eternamente riletto.
5296Nessuno che conosca se stesso si può assolvere.
5281Vedere diventa monotono se non serve a vedere come vedono altri.
5258Ammettere di buon grado che le nostre idee non hanno motivo di interessare chicchessia è il primo passo verso la saggezza.
5250Gli individui, come le nazioni, hanno virtù diverse e identici difetti. Nostro patrimonio comune è la viltà.
5288L'artista contemporaneo si ribella alla borghesia per vendere più care le proprie opere.
5208Soggettivo è quel che un solo soggetto percepisce, oggettivo quel che tutti i soggetti percepiscono: perciò sia l'oggettività che la soggettività possono essere tanto reali quanto fittizie.
160 quotes found