Quotes by Nicolas Gomez Davila

160 quotes found  
5277Ogni verità è un rischio che ci assumiamo appoggiandoci su una serie indefinita di evidenze infinitamente piccole.
5287Per meschina e povera che sia, ogni vita possiede istanti degni di eternità.
5274Sono pochi quelli che non si scoraggiano quando smettono di credere alle menzogne.
5161Il riso amabile e compiacente è una prostituzione dell'anima.
5271Maturare è scoprire l'altra faccia delle cose.
5293Dio è ciò che elude tutte le prove.
5235Soltanto i personaggi dei romanzi mediocri risolvono i loro problemi.
5156Gli esempi concreti sono i carnefici delle idee astratte.
5214Visto dall'interno, niente è completamente vuoto.
5292La nostra insignificante apparenza è una prova che fa fede della nostra insignificante realtà.
5211Tutto ci sembra caotico tranne il nostro disordine.
5221Lo stupido si interessa delle idee altrui solo quando sfiorano le sue tribolazioni personali.
5207Sensuale, scettico e religioso non sarebbe una cattiva definizione di ciò che sono.
5265I ragionamenti convincono solo chi ha bisogno di una scusa per arrendersi.
5153Chiamiamo egoista chi non si sacrifica al nostro egoismo.
5177La ragione è una mano premuta sul petto a placare il battito del nostro cuore disordinato.
7671Il pensiero non parte da un'osservazione o da un esperimento, ma da un pregiudizio. Il pregiudizio è lo strumento per appropriarsi intellettualmente dell'universo.
5190Non è la sensualità che allontana da Dio ma l'astrazione.
5254Convincere chi ha opinioni proprie è facile, ma nessuno convince chi sostiene opinioni altrui. Nessuno si aggrappa tanto alle proprie opinioni quanto colui che è solamente l'eco dell'epoca in cui vive.
5299L'atteggiamento più discreto è quello di chi si gode la propria intelligenza senza pretendere di essere nel giusto.
5291Tutti si sentono superiori a quello che fanno perché si credono superiori a quello che sono. Nessuno crede di essere quel poco che è in realtà.
5217L'interlocutore incoerente è più irritante dell'interlocutore ostile.
5303Le rivoluzioni sono perfette incubatrici di burocrati.
5275La serenità è il frutto della rassegnazione all'incertezza.
5239Il ridicolo è il tribunale supremo della nostra condizione terrena.
5155Duecento anni fa era lecito confidare nel futuro senza essere completamente stupidi. Ma oggi chi può dar credito alle attuali profezie, dato che siamo noi lo splendido avvenire di ieri?
5266La prolissità non è un eccesso di parole, ma una carenza di idee.
5158Il massimo trionfo della scienza sembra consistere nella velocità crescente con cui lo stupido può trasferire la sua stupidità da un luogo a un altro.
5240Le idee sembrano frutto di improvvisi squilibri del cervello, che rapidamente torna alla sua stolida stabilità.
5176La personalità di questi tempi è la somma di ciò che fa colpo sugli stupidi.
5270Vivere con lucidità una vita semplice, silenziosa, discreta, tra libri intelligenti, amando poche persone.
5238La continuità dell'Occidente si è interrotta da quando il libro antico ha smesso di contenere insegnamenti per diventare documenti.
5159Il più grande errore moderno non è l'annuncio della morte di Dio, ma l'essersi persuasi della morte del diavolo.
5226Lo sguardo disinfettante dell'intelligenza è l'unica profilassi contro le purulenze della vita.
5173La legittimità del potere non dipende dalla sua origine ma dai suoi fini. Per il democratico, invece, nulla è vietato al potere se la sua origine lo legittima.
5197Pochi uomini sopporterebbero la propria vita se non si sentissero vittime della sorte.
5149Adattarsi è sacrificare un bene remoto a un bisogno immediato.
5167L'uomo ama solo chi adula, ma rispetta solo chi lo insulta.
5200Quanto più una cosa è importante, tanto meno importa il numero dei suoi difensori. Se per difendere una nazione c'è bisogno di un esercito, per difendere un'idea basta un solo uomo.
5175La morte di Dio, è una falsa notizia messa in giro dal diavolo che mentiva sapendo di mentire.
5150Borghesia è qualunque insieme di individui scontenti di ciò che hanno e soddisfatti di ciò che sono.
5199Quanto più gravi sono i problemi, tanto maggiore è il numero di inetti che la democrazia chiama a risolverli.
5148I Vangeli e il Manifesto del partito comunista sbiadiscono; il futuro del mondo appartiene alla Coca-Cola e alla pornografia.
5170L'uomo preferisce discolparsi con la colpa altrui piuttosto che con la propria innocenza.
5288L'artista contemporaneo si ribella alla borghesia per vendere più care le proprie opere.
5202Questo secolo sprofonda lentamente in un pantano di sperma e di merda. Per maneggiare gli avvenimenti attuali gli storici futuri dovranno mettersi i guanti.
5259Quanto più l'uomo crede di essere libero, tanto più facile è indottrinarlo.
5165L'idea del "libero sviluppo della personalità" sembra degna di ammirazione finché non incappa in individui la cui personalità si è sviluppata liberamente.
5219Per il lettore che sa leggere tutta la letteratura è contemporanea.
5233Predicano le verità in cui credono o le verità in cui credono di dover credere?
5203Respiro male in un mondo non attraversato da ombre sacre.
5218Grande scrittore è quello che intinge in inchiostro infernale la penna che strappa dall'ala di un arcangelo.
5208Soggettivo è quel che un solo soggetto percepisce, oggettivo quel che tutti i soggetti percepiscono: perciò sia l'oggettività che la soggettività possono essere tanto reali quanto fittizie.
5296Nessuno che conosca se stesso si può assolvere.
5180Le civiltà muoiono per l'indifferenza verso i valori peculiari che le fondano.
5174La legislazione che protegge minuziosamente la libertà strangola le libertà.
5198Quando si è giovani si teme di passare per stupidi; nell'età matura si teme di esserlo.
5201Questo secolo di pedagogia proletaria predica la dignità del lavoro, come uno schiavo che calunnia l'ozio intelligente e voluttuoso.
5284Ogni individuo con «ideali» è un potenziale assassino.
5242Invecchiare con dignità è un compito da svolgere istante per istante.
5179La sensualità è la presenza del valore nel sensibile.
5166L'individualismo moderno si riduce a reputare personali e proprie le opinioni condivise da tutti.
5163Istruire non è indicare soluzioni, ma rivelare problemi.
5188Non c'è fraternità politica che valga un odio condiviso.
5245L'uomo comune erra nell'oscurità, il filosofo si sbaglia alla luce del sole.
5248Le incertezze del maestro sono le certezze del discepolo.
5191Non l'originalità della dottrina ma la divinità di Cristo determina l'importanza del cristianesimo.
5267Riferita a problemi seri, la parola "soluzione" ha un suono grottesco.
5282L'uomo moderno è un prigioniero che si crede libero perché evita di toccare i muri della cella.
5289La fede di qualsiasi uomo intelligente, qualsiasi fede, vacilla se ascolta i suoi correligionari.
5162Il socialismo è la filosofia della colpa altrui.
5231Viviamo perché non ci guardiamo con gli occhi con cui gli altri ci guardano.
5230Lo stupido, non comprendendo l'obiezione che lo confuta, si sente da essa rafforzato.
5290Per poter essere civilizzato l'uomo deve fingere di esserlo. La capacità di ipocrisia dà la misura della capacità di incivilimento di un popolo.
5251L'età adulta del pensiero non è determinata né dall'esperienza né dagli anni, ma dall'incontro con certe filosofie.
5187Nessuno sa esattamente cosa vuole finché il suo avversario non glielo spiega.
5209Solo se ci contraddicono possiamo affinare le nostre idee.
5193Ogni bene che si possa dimostrare è un bene a metà. Il Bene si può solo mostrare.
5160Il popolo sopporta di essere derubato, purché non si smetta di adularlo.
5210Tra i moderni succedanei della religione forse il meno abietto è il vizio.
5281Vedere diventa monotono se non serve a vedere come vedono altri.
5224Tra avversari intelligenti c'è una simpatia segreta, giacché tutti dobbiamo la nostra intelligenza e le nostre virtù alle virtù e all'intelligenza del nostro nemico.
5181Le frasi sono pietruzze che lo scrittore getta nell'animo del lettore. Il diametro delle onde concentriche che esse formano dipende dalle dimensioni dello stagno.
5184Mille sono le verità, uno solo l'errore.
5169L'uomo moderno non si sente mai così individuo come quando fa le stesse cose che fanno tutti.
5302Ogni religione altrui oscilla tra il ridicolo e il diabolico.
5260L'uomo non è padrone della propria intelligenza: ne riceve semplicemente le visite.
5222La società del futuro: una schiavitù senza padroni.
5301Il cristiano moderno sente l'obbligo professionale di mostrarsi affabile e allegro, di sfoggiare un benevolo sorriso a trentadue denti, di ostentare cordialità ossequiosa per convincere il miscredente che il cristianesimo non è religione «ombrosa», dottrina «pessimista», morale «ascetica». Il cristiano progressista ci stringe forte la mano con ampio sorriso elettorale.
5298Quando mi sento padrone di una verità non mi interessa l'argomento che la conferma, ma quello che la confuta.
5215La libertà non è un fine, è un mezzo. Chi la scambia per un fine, quando la ottiene non sa che farsene.
5272Dalla terribile approvazione degli imbecilli il destino protegge solo i difensori di cause perse.
5220Chi si ostina a voler capire più di quel che c'è da capire capisce meno di tutti.
5243Lo scetticismo non è la tomba dell'intelligenza, bensì la fonte che la ringiovanisce.
5246Amare è sentire la pressione del corpo assente contro il nostro.
5295Il pensiero è indefinito in entrambe le direzioni: non conosce conclusioni ultime, né princìpi primi.
5255In filosofia il nuovo non è un albero nuovo, ma un nuovo germoglio primaverile.
5249L'uomo intelligente è quello che mantiene la sua intelligenza a una temperatura indipendente dalla temperatura dell'ambiente in cui vive.
5223Al cospetto di ogni verità un'angoscia segreta ci pervade.
5194Ogni civiltà è un dialogo con la morte.
160 quotes found