Quotes by Hannah Arendt

12 quotes found  
9156Da quando il passato non proietta più la sua luce sul futuro, la mente dell'uomo è costretta a vagare nelle tenebre.
9151Oggi è raro incontrare persone che credano di possedere la verità; ci confrontiamo invece costantemente con quelli che sono sicuri di avere ragione.
9159Se avessero vinto, qualcuno di loro si sarebbe sentito colpevole?
9157Non ci sono pensieri pericolosi; il pensare stesso è pericoloso.
9149Il rivoluzionario più radicale diventerà un conservatore il giorno dopo la rivoluzione.
9154Nessuno ha mai dubitato del fatto che verità e politica siano in rapporti piuttosto cattivi l'una con l'altra e nessuno, che io sappia, ha mai annoverato la sincerità tra le virtù politiche. Le menzogne sono sempre state considerate dei necessari e legittimi strumenti non solo del mestiere del politico o del demagogo, ma anche di quello dello statista.
9153Il dominio totalitario, al pari della tirannide, racchiude in sé i germi della propria distruzione.
9148La triste verità è che molto del male viene compiuto da persone che non si decidono mai ad essere buone o cattive.
9152La società di massa non vuole la cultura ma gli svaghi.
9155Le azioni erano mostruose, ma chi le fece era pressoché normale, né demoniaco né mostruoso.
9158E’ nella natura delle cose che ogni azione umana che abbia fatto una volta la sua comparsa nella storia del mondo possa ripetersi anche quando non appartiene a un lontano passato.
9150Il suddito ideale del regime totalitario non è il nazista convinto oppure il comunista convinto, ma le persone per la quale non c’è più differenza tra realtà e finzione, tra il vero e il falso.
12 quotes found