Quotes by Bruno Cancellieri

709 quotes found  
8938Il vantaggio della poesia sulla prosa è la sua libertà dalla dittatura della ragione.
7095Difficilmente la società può migliorare se non c'è un sufficiente numero di persone disposte a cambiare mentalità o le nuove generazioni non si comportano meglio delle precedenti.
5811Quando incontriamo qualcuno dobbiamo chiederci: se questa persona potesse, cosa mi farebbe? E se io potessi, cosa le farei?
9774Per vivere una vita decente e interessante, l'Uomo ha bisogno di un certo numero di bisogni da soddisfare e dei mezzi per soddisfarli. Senza bisogni non ci sono emozioni, né dolore, né piacere.
9170Il vittimismo è il preludio dell'aggressività.
9342I demoni che popolano il nostro inconscio ci condizionano più delle persone reali.
9686L'unica certezza è che nulla è certo tranne l'esistenza del piacere e del dolore e la nostra maggiore o minore capacità di procurarli a noi stessi e agli altri.
9180Quando due persone volano a quote molto diverse, le loro rotte non s'incontrano mai.
9141Particella incastrata nel mondo
Ostaggio di un corpo
Aspetto l'inatteso.
7831Non siamo mai mentalmente soli perché anche nella solitudine la nostra mente si prepara ai prossimi incontri o scontri con gli altri. Tutto si fa per gli altri, con loro, per servirci di loro o difenderci da loro.
7073MISONEISMO
Il nuovo è osteggiato da coloro che ne sono svantaggiati in quanto incapaci di capirlo, utilizzarlo o adattarsi ad esso.
5947Un dio che mi chiede di punire coloro che non si sottomettono al suo volere è un vigliacco che non sa farsi rispettare.
7063L'Uomo ordinario dice: noi siamo buoni, gli altri cattivi. L'Uomo straordinario dice: noi siamo cattivi come gli altri. L'Uomo ordinario dice: nessuno ha il diritto di criticarmi. L'Uomo straordinario dice: criticatemi, perché le vostre critiche mi aiuteranno a migliorare.
3993Difficilmente è amato chi ha un eccessivo bisogno di essere amato.
7595Per rieducare ci vuole più tempo e fatica che per educare.
7572La psicologia dovrebbe servire a capire se stessi e gli altri e a demistificare le motivazioni dei comportamenti propri e altrui. Purtroppo di psicologie ce ne sono tante e spesso si ignorano o disprezzano a vicenda. Quelle che considero più utili ci insegnano a non fidarci di nessuno, nemmeno di noi stessi quando cerchiamo di giustificare le nostre azioni e inazioni.
9174Le parole si interpretano, i fatti si misurano.
7336Nessuno ha il diritto di non soffrire e di non morire. Facciamocene una ragione.
7561La maggioranza (anzi la quasi totalità) dei cattolici pensa erroneamente che l'immacolata concezione si riferisce alla concezione di Cristo in verginità. Invece si riferisce al fatto che la Madonna, secondo il dogma proclamato nel 1854, sarebbe l'unico essere umano ad essere nato senza peccato originale. Bell'esempio di privilegi e favoritismi tra parenti.
Non capisco che bisogno c'era di un tale dogma, ma ognuno ha i suoi limiti.
Per fortuna, essendo ateo (anche se battezzato) non sono tenuto a credere a questo né agli altri dogmi sulla logica e la giustizia divina. Così non devo nemmeno fare violenza al mio buon senso e alla mia ragione.
9749Ciò che non riesco a credere, non saprò mai capire.
8629Chi vuole insegnare agli altri come essere felici, deve prima di tutto dimostrare di esserlo.
9581L'uomo è un animale che fa di necessità virtù.
8827Non posso fare qualsiasi cosa, posso fare solo ciò che gli altri mi permettono di fare, vogliono, accettano, tollerano o sopportano che io faccia.
6093L'uomo è un animale metaforico.
8049Le competenze e abilità necessarie per arricchire una persona o un gruppo di persone sono totalmente diverse da quelle richieste per arricchire un'intera popolazione.
5839Se si vuole volare tutti insieme, non bisogna volare troppo in alto.
6698Dire o pensare "ho ragione" è un'assurdità per il semplice fatto che "la ragione" non esiste se non come illusione. In realtà ognuno, ogni cosa, "ha le sue ragioni".
7651Nietzsche diceva: diventa ciò che sei. Il problema è sapere ciò che si è. Quasi nessuno lo sa ma quasi tutti si illudono di saperlo.
7411Guardare il mondo come fosse un collage, sentirmi padrone della città, percepire le persone che incontro come se non potessero nuocermi in alcun modo, di ognuna chiedermi quale sia la sua storia.
7738Ognuno viaggia con un personal computer interiore, che decide in ogni momento cosa fare e cosa pensare. Cambiare il software di questo computer è molto difficile. Per farlo occorrono tecniche particolari e tempi lunghi.
7053CONFUSIONE TIPICA
Ci sono persone che non sanno distinguere una critica da una manifestazione di disprezzo, arroganza, aggressività.
6953RELIGIONI, ATEISMI, FILOSOFIE, PSICOLOGIE, NEUROSCIENZE, PER UNA STORIA IMPARZIALE E PLURALE DEL PENSIERO UMANO.
Credo che il titolo la dica tutta. Ogni autore offre dell'uomo una visione parziale perché ha le sue preferenze e inclinazioni (intellettuali e sentimentali) verso quelle che più gli convengono o lo fanno stare meglio. Per difenderci da tale parzialità, anche dalla nostra, dovremmo evitare di usare al singolare termini come religione, ateismo, filosofia, psicologia, neuroscienza e considerare il sapere come una pluralità di teorie e resoconti più o meno veri, contrastanti e tutti fatalmente incompleti.
9272È difficile parlare dell'umanità senza offendere qualcuno.
7149Ogni esperienza veramente nuova cambia la mente nel senso che vi introduce nuove vie per soddisfare bisogni, ne libera o risveglia alcuni repressi o dormienti, ne reprime o neutralizza altri, o ne induce o produce di nuovi.
7650Il libero arbitrio consiste nello scegliere a quali forze (interne ed esterne) obbedire e a quali resistere. Ogni altra libertà e volontà è velleitaria e illusoria.
9197La felicità non esiste, ma esistono momenti felici.
8884Tutti i filosofi, tutti gli esseri umani, hanno detto cose buone, miste ad altre inutili o cattive. Purtroppo molti fanno l'errore di considerare tutto buono ciò che è solo parzialmente buono, e viceversa, tutto cattivo ciò che è solo parzialmente cattivo, confondendo la parte con il tutto. Questo errore si chiama idealizzazione e generalizzazione.
6711A forza di migliorare se stessi si finisce per diventare migliori di altri anche non volendo, e questo dà fastidio a chi è stato superato. Quindi per migliorare ci vuole coraggio.
9696Le persone fisicamente più deboli sono le più motivate a risolvere i problemi con l'intelligenza anziché con la forza.
6830L'uomo è l'animale più pericoloso. Il suo difetto principale è la riluttanza ad usare la scienza per conoscere la propria natura, preferendo affidarsi al sapere religioso e alle tradizioni.
8059Non dobbiamo chiedere ai politici di essere onesti (una pia illusione) ma agli onesti di occuparsi di politica dopo aver dimostrato di esserne capaci. Finché gli onesti si tengono fuori dalla politica limitandosi ad inveire contro i politici disonesti, questi continueranno indisturbati a fare i loro giochi.
7092Sono un visionario ipermetrope
6976COME ESSERE SIMPATICI Per essere simpatici bisogna avere il coraggio di mostrare le proprie fragilità, non indossare corazze e non mostrare risentimento per chi è più forte. E se uno non ha fragilità dovrebbe fingere di averne.
9166La morte è un ringiovanimento totale, è tornare allo stato prenatale, cioè a ciò che si era prima di nascere, prima ancora di essere concepiti.
5725Le persone normali non dicono mai quello che pensano veramente, solo i pazzi e gli sprovveduti lo fanno. Per questo c'è più realtà nei romanzi che nelle normali conversazioni.
8631Cambiare sé stessi significa cambiare i propri limiti.
7381L'evoluzione è il prodotto di una combinazione di competizione e selezione. Non è possibile un'evoluzione senza competizione e/o selezione, naturale o artificiale.
8422Io sono due: Brunello e Brunone, il bambino e il genitore, ma paradossalmente il secondo è generato dal primo per fargli da servo, guardia e tutore. Due in uno. Da quando l'ho capito non mi sento più solo, né inutile.
9663Pensi di sapere meglio di me cosa è meglio e cosa peggio?
7051QUALE LIBERTÀ
L'Uomo vuole soprattutto la libertà di rimanere schiavo, ignorante, illuso, irresponsabile.
7086Più si è intelligenti, istruiti, liberi, economicamente sicuri e in salute, più si è corresponsabili dello stato della società in cui si vive.
7352LA RAGIONE E IL TORTO
Nessuno ha ragione o torto in tutto. L'importante è distinguere in cosa un autore, un politico, un genitore, un coniuge, un amico, un nemico ha ragione e in cosa ha torto, secondo noi e secondo altri. Occorre diffidare di coloro che in una persona vedono solo il giusto o l'errato, il bene o il male.
7819Qualunque moda, anche la più stupida, può servire a riempire il nostro vuoto, a farci sentire meno isolati, meno diversi, più normali, a farci sentire parte di una massa umana che ci approva perché facciamo le stesse cose che fanno tanti altri.
8126Una paura può essere vinta solo da una paura più grande o da un incentivo più potente.
8907Cambiare mentalità significa soprattutto cambiare le proprie motivazioni, i propri desideri.
6964Tutti vogliono la pace, ma alle proprie condizioni.
6506La mia vita è un esperimento di cui sono la cavia. L'esperimento finirà nel momento della mia morte. Spero di poter lasciare un resoconto che qualcuno possa utilizzare per continuare l'esperimento con la sua vita.
6759DIO E I SUOI INTERMEDIARI Per qualche strano motivo Dio non ci vuole dire direttamente cosa vuole da noi, ma lo fa attraverso degli intermediari (i preti), i quali, se dichiari pubblicamente che non credi a quello che dicono, ti ammazzerebbero se la legge glie lo permettesse, come avveniva in passato.
5842La poesia è la forma di letteratura più onesta perché non pretende che ciò che dice sia vero.
7097Tra le varie paure ci sono anche la paura della paura e la paura del coraggio.
7079Fa più rumore una sciocchezza che una foresta o un deserto che crescono.
9777Un essere umano è costituito dai suoi bisogni. L'uomo, il suo corpo e la sua mente, si costruisce sui suoi bisogni, da essi, con essi e per essi. La vita è fondata sui bisogni. I bisogni non sono un aspetto della vita, sono l'origine e i motori della vita.
2125To appreciate the intelligence of a person, you have to be at least as intelligent.
9711Amo ciò che mi serve e servo ciò che amo.
6836Più si è stupidi e meno si è consapevoli di esserlo.
6843LA CAUSA DI TUTTI I MALI E BENI DELL'UMANITA' La causa prima di tutti i mali e beni dell'umanità risiede nella costituzione e biologia del cervello umano, la quale è il risultato dell'evoluzione genetica. Per questo, per migliorare la società, la prima cosa da fare dovrebbe essere cercare di capire come funziona il cervello mediante la ricerca scientifica. Tuttavia sia le autorità religiose che quelle politiche cercano di evitare che la gente si interessi di queste cose e ci riescono benissimo, sfruttando una particolare proprietà del cervello umano.
7204Se Dio esistesse non avrebbe bisogno di intermediari.
7147Molti si preoccupano di migliorare il proprio corpo e non capiscono che invece dovrebbero migliorare la loro mente.
7096Accusare qualcuno di superbia solo perché non riconosce come vere le nostre ragioni è un vizio più grave della superbia stessa.
9684Chi non ha idee non si batte per la libertà di esprimerle.
7266Ci sono momenti in cui siamo infastiditi dalla nostra saggezza e cerchiamo di metterla a tacere, come pure la nostra coerenza.
5953Homo sapiens? Homo ignarus!
8399Suppongo che la cultura accademica, per quanto riguarda le scienze umane e sociali e specialmente la filosofia e la psicologia, sia raramente rivoluzionaria o progressista, perché è obbligata a fare gli interessi della classe che la finanzia, cioè della classe dominante, la quale non vuole essere sostituita da una classe con idee più avanzate o radicali che potrebbero cambiare l'ordine sociale, la distribuzione delle ricchezze e i privilegi caratteristici dello status quo.
6065Siamo tutti personaggi tragicomici, specialmente quelli che non ne sono consapevoli.
9179Spesso consideriamo assurde o false cose che non siamo abbastanza intelligenti, istruiti e sani di mente per comprendere. Tuttavia, se siamo abbastanza intelligenti, istruiti e sani di mente, siamo in grado di capire che certe affermazioni a cui altri credono sono false o assurde. In ogni caso è controproducente dire cose che i nostri interlocutori non sono abbastanza intelligenti, istruiti e sani di mente per comprendere.
9270Temo che il disfacimento dell'Unione Europea sia il primo passo verso un fiorire di regimi dittatoriali e la terza guerra mondiale.
7157E' meraviglioso come le masse, normalmente stupide, il giorno delle elezioni diventano improvvisamente intelligenti. Gran cosa la democrazia!
7391MENTE A DUE VELOCITA'
L'io cosciente può cambiare in un attimo: basta una scoperta. L'inconscio, invece, per cambiare ha bisogno di mesi e in certi casi di anni.
6761Non c'è nulla di più noioso che le risposte senza domanda.
8189La specie umana rischia di estinguersi per eccesso di mezzi di distruzione e distrazione di massa.
8823Per un essere umano sano è impossibile non far parte di uno o più sistemi sociali, in uno o più ruoli tipici di ciascun sistema. Possiamo solo, eventualmente, scegliere il sistema sociale di cui vogliamo far parte, i ruoli che in esso vogliamo giocare e, in minima misura, contribuire a cambiare le regole del gioco del sistema stesso.
8643Non si può essere d'accordo con tutte le filosofie.
9224L'autoironia è un ottimo mezzo per evitare di ironizzare sul proprio interlocutore, cosa pericolosa e controproducente.
9536Chi non giudica assolve, chi assolve ha giudicato. Non si può non giudicare.
5734Il riso è uno scoppio di libertà.
7052IL VOLO DEL CRISTIANESIMO
Gesù fu crocifisso (dal popolo, che gli preferì Barabba) perché esortava tutti a volare alto, cosa fastidiosa per la maggioranza. Il cristianesimo divenne religione popolare e statale quando cambiò strategia e cominciò ad esortare il popolo a volare basso, e a perseguitare quelli che volevano volare sempre più in alto, ancora più in alto degli stessi sacerdoti.
9130Le mezze verità sono più pericolose delle falsità totali, perché una verità parziale può facilmente nascondere falsità e lacune.
9215La vita non ha altro senso che quello che le viene attribuito dagli esseri umani, e siccome nessuno ha più autorità di altri nel dare un senso alla vita, anche io mi ritengo autorizzato a darglielo, a gusto mio.
9172La differenza tra la parola e l'azione è la stessa che c'è tra la teoria e la pratica.
6012In ogni persona c'è il bene e il male, ma, a seconda delle circostanze, tendiamo a vedere solo l'uno o l'altro.
7576La maggior parte della gente riconosce la superiorità di qualcuno solo se questa è stata ufficialmente riconosciuta da un'autorità istituzionale o dalla maggioranza della comunità di appartenenza. Per il resto, il più conosce il meno ma il meno non conosce il più. Conviene dunque nascondere le proprie superiorità a chi non sa o non vuole riconoscerle. Infatti a nessuno piace sentirsi inferiore ad altri.
7812Ringraziare Dio per ogni sventura evitata e assolverlo per ogni sventura avvenuta è la base della fede religiosa e l'effetto della grazia divina.
8062Una domanda fondamentale: cosa vale la pena di fare?
7205MALGOVERNO E INERZIA SOCIALE
La volontà di noi cittadini contro il malgoverno non conta nulla, perché siamo incapaci di mobilitarci in modo organizzato per il bene comune. Ci limitiamo a lamentarci, tra amici. L'inerzia, l'indifferenza, l'ignoranza, l'autoindulgenza e l'individualismo della gente sono i migliori alleati dei cattivi politici.
7980Ad una domanda scomoda o imbarazzante, molti rispondono che essa è irrilevante ("il problema è un altro"), impertinente o stupida, o rispondono ad altre domande, più comode, che l'interlocutore non ha posto.
7019Le mie idee costituiscono una minaccia per molte persone perché prefigurano e/o auspicano un cambiamento della loro personalità. Infatti tale eventualità fa profondamente paura (consciamente o inconsciamente) a quasi tutti gli esseri umani.
6585La percezione è sempre contestuale. C'è un contesto di riferimento interiore inconscio rispetto al quale ciò che percepiamo acquista significato e valore. Per migliorare il modo di percepire bisogna migliorare il contesto di riferimento.
9747A nessuno interessano i pensieri, progetti, bisogni, desideri, sentimenti, ragionamenti di un altro, a meno che essi non siano affini o favorevoli ai propri o costituiscano una minaccia rispetto ad essi.
9229Le persone sono più o meno uguali o diverse in quanto hanno bisogni più o meno uguali o diversi, quantitativamente e qualitativamente.
7022La felicità di un un individuo dipende da come esso si sente trattato dagli altri.
709 quotes found