Quotes by Bruno Cancellieri

655 quotes found  
9227Smettiamola di far finta di essere normali e soddisfatti!
7716Siamo tutti schiavi del nostro corpo e del nostro passato.
7393SPAZIO-TEMPO
Chi può escludere che la mia esistenza sia solo un cursore che si muove in uno spazio-tempo infinito già determinato che comprende tutto il passato e tutto il futuro? E' un'ipotesi come tante altre, non meno realistica di altre.
8560Sia la democrazia diretta che quella rappresentativa hanno i loro vantaggi e svantaggi. Vedere i vantaggi o gli svantaggi solo da una parte mi sembra poco credibile. La stessa democrazia, rispetto alla dittatura, ha vantaggi e svantaggi. Questo è un invito alla moderazione nel giudizio politico.
6719COMPLESSITÀ E SEMPLICITÀ
La natura è molto complessa, la vita è forse il fenomeno naturale più complesso, quella dell'uomo è forse la più complessa di tutte. Ciò nonostante, l'uomo cerca ostinatamente di spiegare i fenomeni umani e sociali nel modo più semplice possibile. Spiegare in modo semplice fenomeni complessi è l'errore più comune che l'uomo continua a fare da quando esiste. La spiegazione semplice di un fenomeno complesso è normalmente falsa in quanto incompleta. Ma l'uomo preferisce semplici falsità a verità complesse.
8042Il problema dell'Uomo è l'Uomo, la natura umana è un problema in sé, per sé e per l'ambiente naturale.
7824E' stupido dire a uno stupido che è stupido.
7150Un piccolo spazio/tempo pieno di cose interessanti ci appare più grande di un grande spazio/tempo vuoto.
7825Ognuno adotta la visione del mondo più conveniente, ovvero quella in cui fa la più bella figura.
7166L'essere umano è capace di qualsiasi cosa se questa è considerata normale dal suo gruppo di appartenenza. Qualsiasi delitto, se compiuto in massa diventa lecito. Qualsiasi assurdità, se praticata in massa, diventa sensata, o addirittura obbligatoria.
8428Su una cosa, almeno, la pensiamo tutti allo stesso modo: tutti quelli che non la pensano come noi sono stupidi e/o ignoranti.
4517La gente ha paura di chi non ha paura.
7836La psicologia è la scienza dell'irrazionale, è cercare le ragioni dell'irrazionalità.
7882Voglio scrivere un manuale di psicologia basato sulla mia vita.
7414Non è importante leggere, capire e condividere tutto quello che ha scritto un filosofo, ma solo le parti che ci possono essere utili.
5608Ognuno dovrebbe chiedersi: "Se io non fossi mai nato, le persone che conosco e quelle che non conosco sarebbero state più o meno felici?"
7096Accusare qualcuno di superbia solo perché non riconosce come vere le nostre ragioni è un vizio più grave della superbia stessa.
5557The winner is always right.
9203Envy is the hidden face of the sense of justice.
7303L'arte è una droga e uno status symbol.
6712Per migliorare il mondo, secondo me, bisogna educare le nuove generazioni (e rieducare le attuali per quanto possibile) ad utilizzare le scienze umane e sociali per soddisfare al meglio i bisogni naturali propri e della maggior parte degli esseri umani. Ciò comporta la necessità di conoscere e analizzare i bisogni umani (distinguendoli in sani, malati, rimossi e mistificati) e le cause della loro insoddisfazione. A tale scopo ogni persona di buona volontà dovrebbe impegnarsi per individuare e promuovere (specialmente attraverso blog e social network) i testi più utili della letteratura scientifica e umanistica, inclusi quelli giornalistici. In ogni caso, il mondo non migliorerà se un congruo numero di persone non si impegneranno in tal senso.
8887Ci sono persone incapaci di godere, che invidiano quelli che ne sono capaci e fanno di tutto per impedirglielo.
9537Un linguaggio è una rete di parole.
8157L'intelligenza di una persona disturba i meno intelligenti perché li fa sentire tali.
8663Spesso quello che chiamiamo falsità non è altro che una verità incompleta, insufficiente, inefficace, insoddisfacente.
7807In ogni momento l'attenzione è singolare, tutto il resto è plurale.
8059Non dobbiamo chiedere ai politici di essere onesti (una pia illusione) ma agli onesti di occuparsi di politica dopo aver dimostrato di esserne capaci. Finché gli onesti si tengono fuori dalla politica limitandosi ad inveire contro i politici disonesti, questi continueranno indisturbati a fare i loro giochi.
7721La storia della filosofia è piena di perle miste ad aria fritta. Il compito della filosofia è distinguere le une dall'altra.
8390Una importante differenza tra la donna e l'uomo: raramente una donna si concede sessualmente ad una persona dell'altro sesso senza pretendere qualcosa in cambio, come ad esempio fedeltà, protezione o beni materiali o immateriali; un uomo, invece, lo fa normalmente.
6617La critica sociale è l'attività intellettuale più ingrata e difficile da far accettare, sebbene essa sia ciò di cui la società ha più bisogno per migliorare. Perché a nessuno piace essere criticato, e alle critiche quasi tutti reagiamo con cieca aggressività.
7652Il mio corpo non mi appartiene, sono io che gli appartengo.
7584Homo homini ignarus.
7909Ho bisogno di alcuni
e alcuni di me
ma non sono gli stessi.
7268Heidegger e Sartre hanno detto cose importanti ma dilutite in un brodo di astrusità inutili e indigeribili. Potevano usare un centesimo delle parole che hanno usato e il loro messaggio sarebbe stato chiaro e convincente. Il guaio è che nel mondo accademico i testi chiari vengono snobbati perché li possono capire tutti.
8188Quello che conta sono gli effetti e gli affetti.
7404Per poter incidere positivamente nella società, le scienze umane e sociali (specialmente filosofia, psicologia, neurobiologia, sociologia e politologia) dovrebbero integrarsi in un'unica disciplina, che potrebbe essere definita "Panantropologia", come proposto dallo psichiatra Luigi Anepeta. Finché rimarranno terreni di specializzazione separati da muri accademici non ci aiuteranno a migliorare significativamente la condizione umana.
8055Per governare una nazione non basta essere onesti.
7156Non fidarsi di nessuno, nemmeno di se stessi. E' il grande insegnamento della psicologia.
7718L'arroganza è un'accusa inventata da chi è incapace di concepire idee originali.
6639Chi dice che il male non sta da una parte sola è considerato un nemico o uno stupido da entrambe le parti.
9334L'uomo è un animale contraddittorio, la contraddizione fa parte della sua natura. Un uomo che non ha contraddizioni, che non vive in modo contraddittorio, non è umano.
7127Un bisogno importante di ogni essere umano è quello di sentirsi dire, ogni giorno, dal maggior numero di persone: "Tu sei OK".
7729Dire ad una persona "non ho bisogno di te" è insultarla.
7222FELICITA' E PLACEBO
La felicità è uno stato mentale volatile e instabile. E' scientificamente dimostrata l'efficacia dei farmaci placebo, capaci di guarire realmente malattie fisiche. Non si può quindi escludere che esistano dei placebo psicologici (cioè speranze e illusioni) capaci di dare benessere psichico. Leopardi l'aveva capito.
7409La storia di una persona comincia dai suoi geni e continua con le sue esperienze.
9258Tu ed io. Come ti vedo e ti tratto. Come mi vedi e mi tratti. Che bisogno ho di te? Che bisogno hai di me? Che paura ho di te? Che paura hai di me? Cosa ci facciamo, diamo, diciamo e chiediamo?
5110L'uomo è l'animale più pericoloso.
4812Qualcuno chiede perdono per il male che ha fatto. Nessuno per il bene che non ha fatto.
6947Anche alle teorie, filosofie e ideologie più belle e convincenti manca sempre qualcosa di importante.
9130Le mezze verità sono più pericolose delle falsità totali, perché una verità parziale può facilmente nascondere falsità e lacune.
8054Informare e governare sono due mestieri che richiedono competenze totalmente diverse.
8639Il dramma (e in molti casi tragedia) dell'umanità consiste nel fatto che abbiamo bisogni primari insoddisfatti, per soddisfare i quali dovremmo cambiare strutturalmente mentalità, ma la nostra psiche si oppone ai cambiamenti strutturali e boicotta ogni tentativo in tal senso generando ansia, angoscia, panico e malattie mentali e psicosomatiche, e rimuovendo i bisogni frustrati. L'io cosciente è progressista, ma l'inconscio è conservatore.
6842Ogni causa è conseguenza di un'altra causa.
5952Chi non condanna il male ne è complice.
8644La sera, prima di addormentarmi, sto prendendo l'abitudine di chiedermi: "cosa è cambiato oggi in me o intorno a me? Chi ha voluto e causato questi cambiamenti? Cosa ho fatto affinché avvenissero o non avvenissero? Cosa ho cercato di cambiare o non cambiare in me e intorno a me?"
7816La probabilità che un libro venga letto è inversamente proporzionale al numero di libri in circolazione.
6012In ogni persona c'è il bene e il male, ma, a seconda delle circostanze, tendiamo a vedere solo l'uno o l'altro.
7703Ci sono molte religioni per cui uccidere è un grave peccato, tranne quando lo si fa in nome di Dio, nel qual caso si ha diritto ad un premio.
7020Quando uno non è in grado di capire un altro, invece di ammettere la propria incapacità di capire, preferisce accusare l'altro di essere sbagliato, assurdo, malato o perfino maligno, nocivo, insopportabile, qualunque cosa pur di non ammettere i propri limiti e di non mettere in discussione le proprie certezze, e i propri pregiudizi.
6948Chi può dire di non aver paura della verità?
9147Muoversi in città circondati da pubblicità è come, per Ulisse, resistere alle sirene.
9210Uno degli errori più comuni che facciamo è sbagliare nel valutare il grado di complessità di un problema.
8653Ci sono persone che credono che tutto ciò che non riescono a capire sia irrilevante, stupido o mostruoso.
6236Nel bilancio sociale ognuno pensa di aver dato più di quanto abbia ricevuto.
5725Le persone normali non dicono mai quello che pensano veramente, solo i pazzi e gli sprovveduti lo fanno. Per questo c'è più realtà nei romanzi che nelle normali conversazioni.
9230Noi utenti di Facebook siamo tutti, chi più, chi meno, like-dipendenti. Lo eravamo anche prima di Facebook, ma allora i "mi piace" erano molto più difficili da ottenere.
7885Nel ragionare del credente, Dio non è il punto di arrivo, ma di partenza.
6088L'uomo è un animale domestico.
7006SELFIE: strumento di comunicazione di chi non ha nulla da comunicare, non sa comunicare e sente il bisogno di ricordare agli altri che esiste.
7577Le feste sono una occasione per stare insieme, per interagire, e quindi soddisfare il bisogno di appartenenza e di interazione sociale. A volte però la festa può essere opprimente se costringe a ripetere riti inutili e a conformarsi a certe mentalità. Ogni festa dovrebbe offrire spazi di libertà e creatività.
9140Dio non causa terremoti, ma può evitarli. Ma per questo vuole farsi pregare.
7265Condivido, ergo sum.
8425La poesia è anche una forma di psicoterapia con cui il poeta si cura.
5818I voti degli stupidi sono indispensabili per vincere le elezioni.
7339VISIONI PARZIALI
Ognuno vede della realtà solo le parti che confermano le proprie convinzioni e le misura con la stessa modalità. Ovviamente questo vale anche per me.
7568Ogni umano ha il potere di contribuire a soddisfare o a frustrare i bisogni di ogni altro umano.
7340Ci sono cose che abbiamo paura di ricordare e che per questo dimentichiamo. Questa paura limita la nostra intelligenza e la nostra affettività.
5823Non permettere al tuo passato di disturbare il tuo presente. Se occorre, disseppellisci il passato, riorganizzalo e poi seppelliscilo di nuovo.
5809L'uomo vede con ostilità coloro che cercano di superarlo sul piano etico.
7725CONFUSIONE TRA SPIRITO E INCONSCIO
Ciò che molti chiamano spirito consiste in fenomeni neurologici inconsci che danno luogo a particolari motivazioni e sentimenti involontari. Chi non riconosce l'esistenza di un'attività neurologica inconscia ed ha avuto un'educazione religiosa, tende a spiegare i fenomeni motivazionali e sentimentali involontari o irrazionali usando termini e concetti spiritualisti.
9250È nella relazione e interazione con gli altri che l'uomo si forma, si realizza e può soddisfare i suoi bisogni.
6497La specie umana ha bisogno di una psicologia dei bisogni perché un individuo con uno o più bisogni primari cronicamente o acutamente insoddisfatti oltre ad essere infelice è un pericolo per la società.
7366Parlare di psicoterapia con certi psicoterapeuti è come parlare di religione con un prete.
7663Perché voglio ciò che voglio? Una domanda che pochi si fanno e a cui ancora meno trovano una risposta sostenibile. Eppure è una domanda fondamentale per chiunque voglia conoscere e comprendere la natura umana e sé stesso. Ci illudiamo che la volontà sia una causa primaria e libera; in realtà essa è soprattutto un effetto, ed ha quindi una causa, anzi, una combinazione di cause involontarie e inconsce. Il libero arbitrio, se esiste, si riduce alla capacità consapevole di resistere alle proprie volontà e/o di stabilire delle priorità nella loro soddisfazione.
6668Non potendo leggere i pensieri altrui possiamo cercare di immaginarli. Ma non è facile, perché richiede, oltre ad una buona dose di empatia, la sospensione del giudizio morale e intellettuale, e il superamento della presunzione che i pensieri altrui non siano mai più importanti e validi dei nostri. Immaginare abitualmente i pensieri altrui senza pregiudizi (pur esercitando una capacità critica), sarebbe utilissimo per la qualità dei rapporti umani e lo sviluppo mentale di ogni persona. Tuttavia tale attività è poco praticata soprattutto a causa dell'inibizione inconscia, presente in ogni essere umano, ad osservare il mondo da punti di vista diversi dai propri, per evitare il rischio di mettere in discussione la validità della propria visione del mondo, di sé stessi e delle comunità a cui si appartiene.
9196Nessuna cosa, persona o idea è sufficiente, nessuna può bastare, se non per il momento.
8645Prepararsi al cambiamento è già cambiare.
7595Per rieducare ci vuole più tempo e fatica che per educare.
7012Non mi conviene esprimere tutto ciò che penso perché prima di tutto non verrebbe capito o verrebbe frainteso, e poi perché scatenerebbe contro di me l'ira, l'ostilità o l'antipatia di molte persone.
8393Dei verbi, il tempo che preferisco è l'infinito, perché è infinito.
9255A volte abbiamo bisogno che qualcuno abbia bisogno di noi.
8652Ognuno ha una visione semplificata della realtà, in cui sono omessi tutti gli aspetti che non riesce a capire né a conciliare con le proprie opinioni.
7569La società perfetta è quella in cui ognuno è aiutato dagli altri a soddisfare i propri bisogni primari.
3250It is stupid to blame a stupid person for not being more intelligent.
9125L'intelligenza è la capacità di comprendere fenomeni complessi. Più un fenomeno è semplice, più basso è il livello di intelligenza richiesto per comprenderlo. Molte persone si illudono di capire fenomeni la cui complessità supera i limiti della propria intelligenza. Ciò avviene quando esse semplificano un fenomeno complesso fino al punto da poterlo comprendere, e non si rendono conto che il fenomeno così compreso non è quello reale, ma una sua semplificazione di comodo.
7027C'è un limite alla quantità di cambiamento interno ed esterno che un essere umano possa tollerare. Questo limite è diverso da persona a persona.
7736E' facile che una critica venga percepita come manifestazione di disprezzo e questo spiega perché è facile che una critica offenda. Criticare e disprezzare sono due cose diverse, ma non tutti riescono ad apprezzare la differenza.
7448Ogni cosa o persona ubbidisce e comanda ad altre cose o persone. Sia il comandare che l'ubbidire sono caratteristici della natura umana e fonti di piacere e conforto.
7350Dialogo tra un uomo e una donna che si sono conosciuti da poco.
Lui: "Se ti piaccio possiamo fare l'amore".
Lei: "Ma io ti piaccio?"
Lui: "Certo! Come mille altre donne".
Il resto lo potete immaginare.
8396Qualsiasi cosa io dica o faccia, non dica o non faccia, può essere usata contro di me.
655 quotes found