Quotes by Bruno Cancellieri

683 quotes found  
6088L'uomo è un animale domestico.
4527Quando si gioca a carte scoperte con uno che gioca a carte coperte si perde sempre.
9681Ogni essere umano, in persona o attraverso le sue opere e i suoi prodotti, promette agli altri di soddisfare (o frustrare) uno o più bisogni, Cosa promette un film, un libro, una canzone, una poesia, uno spettacolo, un viaggio? Vita, comunione, bellezza, libertà, potere, partecipazione, assoluzione, appartenenza, empowerment, fascinazione, piacere, guarigione ecc.
5936Cercava sempre di migliorare, non capendo che proprio per questo non era amato.
7729Dire ad una persona "non ho bisogno di te" è insultarla.
4643L'uomo è fondamentalmente infelice perché è una bestia a cui non è consentito comportarsi come tale.
5788Tutti vorrebbero un mondo migliore, ma ognuno aspetta che siano gli altri a cambiare.
4438Quasi tutti misurano il valore delle cose dal successo che esse hanno già riscosso.
7183Il mio peccato più grave è la misantropia.
7721La storia della filosofia è piena di perle miste ad aria fritta. Il compito della filosofia è distinguere le une dall'altra.
7008DIO E I SUOI INTERMEDIARI
Penso sia giusto considerare ingannatori (e forse anche ingannati) coloro che affermano che le sacre scritture riflettono la parola e le intenzioni di Dio. Mi rifiuto di credere che Dio, se esistesse, avrebbe bisogno di libri sacri per farsi conoscere dagli esseri umani. Nella sua onnipotenza e perfezione avrebbe sicuramente metodi più efficaci, efficienti e a prova di errore, e soprattutto non ricorrerebbe all'intermediazione di una casta sacerdotale, ma si rivolgerebbe direttamente agli interessati.
8427Qualcuno dentro il mio corpo, la notte scorsa ha fatto un sogno.
7650Il libero arbitrio consiste nello scegliere a quali forze (interne ed esterne) obbedire e a quali resistere. Ogni altra libertà e volontà è velleitaria e illusoria.
5809L'uomo vede con ostilità coloro che cercano di superarlo sul piano etico.
9137Più alto è il punto di vista, più cose e più piccole si vedono; più è basso, meno cose e più grandi.
7338SUI FONDAMENTALISTI DEL PACIFISMO
Offrirei loro un soggiorno turistico in Siria, dove potrebbero accogliere i militanti dell'ISIS con bandiere multicolore.
7093A chi non riesce a trovare argomenti razionali contro una tesi sgradita non resta che distorcerla e/o calunniarne l'autore.
9670Cristianesimo: una religione dove splende il dolore, soffrire è una virtù e godere un vizio.
7011La letteratura mondiale è piena di tesori che non scoprirò mai.
8825Leggere un certo giornale, rivista o libro, significa confermare la propria appartenenza al sistema sociale da esso rappresentato, e prepararsi ad adeguare il proprio comportamento a quanto in esso contenuto. In altre parole, significa acquisire o confermare una certa identità, un certo modo di essere, e la conoscenza del linguaggio e delle forme per esprimerlo e per interagire con altre persone di simile appartenenza.
9271Un modo per dissentire diplomaticamente e assertivamente evitando di offendere l'interlocutore e di continuare un dibattito divenuto sterile: "Ho compreso il tuo punto di vista anche se diverso dal mio. Grazie."
9108Per vivere bene è molto meglio conoscere un poco di tante cose che molto di poche cose.
6950CHE SUCCEDE QUANDO DUE PERSONE DIVERSE SI INCONTRANO
Gli esseri umani, si sa, sono tutti diversi, ma le differenze possono essere più o meno grandi. Che succede quando due persone con mentalità molto diverse si incontrano? Può succedere di tutto: antipatia, sospetto, incomprensione, paura, odio, disprezzo, violenza ecc.
Cosa determina la differenza di mentalità tra due esseri umani? L'ignoranza.
L'ignoranza è la matrice della diversità. Così come le conoscenze scientifiche avvicinano le persone, le rendono più simili.
8042Il problema dell'Uomo è l'Uomo, la natura umana è un problema in sé, per sé e per l'ambiente naturale.
9162Ogni tanto bisognerebbe far riposare l'io cosciente e stare a vedere cosa succede mentre lui riposa.
8836L'umiltà è una virtù inventata da chi non ha nulla di cui essere fiero.
7568Ogni umano ha il potere di contribuire a soddisfare o a frustrare i bisogni di ogni altro umano.
7204Se Dio esistesse non avrebbe bisogno di intermediari.
7150Un piccolo spazio/tempo pieno di cose interessanti ci appare più grande di un grande spazio/tempo vuoto.
7834L'amore è un mito, un meraviglioso mito. Infatti mi chiedo, statisticamente, quante persone al mondo vivano un amore felice o almeno soddisfacente, e la sua durata media.
9198La tecnologia è troppo importante e potente (nel bene e nel male) per lasciarla in mano ai tecnologi e ai tecnocrati.
7375CONCILIARE GLI OPPOSTI
La psiche è piena di categorie opposte, contrastanti, dissonanti, antagoniste, mutualmente esclusive. Quanto più si riesce a conciliare gli opposti, tanto più si è liberi, forti, produttivi, sani e sereni.
7371Credere non è una scelta consapevole.
9536Chi non giudica assolve, chi assolve ha giudicato. Non si può non giudicare.
7805DIETRO LE FACCIATE
Quanti mostri, quanti miserie, quante tragedie, quanta infelicità si nasconde dietro le facciate della normalità.
7648Succede che se ad una persona non dimostri i sentimenti che quella si aspetta o desidera, essa tende a pensare che tu sia incapace di queli sentimenti, come se fossi emotivamente handicappato.
6980Il motto del conformista: se tutti lo facessero, lo farei anch'io.
7372COME PIACERE A DIO E AGLI ESSERI UMANI
Per piacere a Dio e agli esseri umani occorre offrire loro, in sacrificio, la propria libertà di pensare, sentire, agire.
7404Per poter incidere positivamente nella società, le scienze umane e sociali (specialmente filosofia, psicologia, neurobiologia, sociologia e politologia) dovrebbero integrarsi in un'unica disciplina, che potrebbe essere definita "Panantropologia", come proposto dallo psichiatra Luigi Anepeta. Finché rimarranno terreni di specializzazione separati da muri accademici non ci aiuteranno a migliorare significativamente la condizione umana.
6695Ci sono alcuni esseri umani che non hanno nulla di meglio da offrire che il proprio corpo, e in esso, più che nella propria mente, investono le proprie risorse, per renderlo sempre più forte, bello e sano. In quanto alla loro mente, pensano, invece, che vada bene così com'è.
7359A volte, per stare in pace con gli altri, bisogna fingersi più stupidi di quanto si è realmente.
7078COME FARSI VOLER BENE
Per farci voler bene da qualcuno e metterlo a suo agio dobbiamo fargli credere e sentire che comprendiamo e giustifichiamo il suo comportamento, che lo accettiamo così com'è, che non ci sentiamo superiori a lui in alcun modo e che non lo criticheremo mai perché non troviamo in lui nulla di criticabile, né ci sentiamo all'altezza di giudicarlo, né pensiamo di avere il diritto di farlo.
4517La gente ha paura di chi non ha paura.
7992L'arma vincente di ogni ciarlatano consiste nell'inserire qualche perla d'incontestabile verità e saggezza tra le falsità e le fantasie. Lo stesso vale per le sacre scritture di molte religioni.
7824E' stupido dire a uno stupido che è stupido.
5490La morte ci fa paura, o ci attrae, anche perché ci rende tutti uguali.
7174Se Dio fosse onnipotente non avrebbe bisogno dei preti per farci sapere cosa vuole da noi.
7136Credere alle stesse bugie unisce più che credere alle stesse verità. Perché le bugie sono semplici, comode e tutti le possono capire e usare.
5818I voti degli stupidi sono indispensabili per vincere le elezioni.
7391MENTE A DUE VELOCITA'
L'io cosciente può cambiare in un attimo: basta una scoperta. L'inconscio, invece, per cambiare ha bisogno di mesi e in certi casi di anni.
7227LIBERTÀ NATURALI E SOCIALI
Ogni essere umano è per natura libero di essere stupido e ignorante nella misura in cui non danneggia altri umani, ma anche di difendersi dai danni che possono derivargli dal libero comportamento degli altri, e cercare perciò di porre dei limiti alla libertà altrui con la forza o altri mezzi.
7399IL PROBLEMA PIU' IMPORTANTE
Il problema più importante è come interagire con gli altri nel modo durevolmente più utile e piacevole per tutti. La soluzione, in generale, include la comprensione critica del comportamento proprio e altrui, il superamento dei conflitti di interessi mediante compromessi e la cooperazione per il perseguimento degli interessi comuni non conflittuali.
7113Ogni volta che dico una cosa qualcuno mi critica perché non ne ho detta un'altra che considera più importante. Per far contenti tutti bisognerebbe tacere o parlare del meteo.
7337L'empatia è inversamente proporzionale alla distanza.
8646La vita è una ricorrente dialettica tra le forze del mantenimento e quelle del cambiamento.
6667La realtà è unica e oggettiva, ma la sua percezione è sempre parziale, soggettiva e perciò falsa se pretende di essere esauriente e assoluta. Quello che ognuno di noi considera realtà è una semirealtà di comodo. Quando due individui dibattono tesi avverse, ciascuno cerca di imporre la propria semirealtà come realtà tout court. Insomma, ognuno ha le sue ragioni e nessuno ha completamente ragione. Ciò premesso, le semirealtà di molte persone sono scientificamente false o non dimostrabili.
9179Spesso consideriamo assurde o false cose che non siamo abbastanza intelligenti, istruiti e sani di mente per comprendere. Tuttavia, se siamo abbastanza intelligenti, istruiti e sani di mente, siamo in grado di capire che certe affermazioni a cui altri credono sono false o assurde. In ogni caso è controproducente dire cose che i nostri interlocutori non sono abbastanza intelligenti, istruiti e sani di mente per comprendere.
6760Litigare è facilissimo, tutti ne siamo capaci, anche i più stupidi e ignoranti. Convivere e interagire pacificamente richiede doti che pochi possiedono.
8050REFERENDUM E COGNIZIONE DELLA REALTA'
Non vi dico come voterò al referendum. Vi dico solo che sono disgustato dalla faziosità di tantissime persone che vedono solo vantaggi da una parte e svantaggi dall'altra. Fenomeno che dimostra quanto sia difettoso il cervello umano nella cognizione della realtà.
7707INCONSCIO E RAGIONE
L'inconscio non ragiona, ma giudica. Il giudizio inconscio (bello, brutto, buono, cattivo, attraente, repellente) stabilito senza fare uso della ragione, precede e manipola quello conscio e sollecita la razionalizzazione (cioè la giustificazione razionale) di scelte già fatte.
6978IL DISAGIO DELLA COMPLESSITA' L'uomo medio vede solo una piccola parte della realtà ma crede di vederla tutta. La realtà è complicatissima ma la coscienza umana cerca la semplicità, e la trova omettendo le parti complicate. La cosa più complicata è il funzionamento del cervello stesso, che infatti è la cosa di cui l'uomo medio si interessa di meno. Questo spiega quasi tutte le assurdità e atrocità dell'umanità.
9143È passato un altro giorno. Come l'ho usato? Come mi ha usato?
9652Ciò che non riusciamo a integrare col solo pensiero, lo possiamo in un'opera d'arte o di letteratura.
6702Il sesso, per l'uomo è un fine, per la donna un mezzo. Per l'uomo è la felice conclusione di un percorso pieno di speranze, per la donna il felice inizio di un percorso pieno di speranze.
8926La musica è come una droga leggera che dà piacere e conforto. Essa viene usata per promuovere emotivamente idee benefiche o malefiche, come l'amore, la fratellanza, ma anche l'indottrinamento religioso e militare. E' perciò anche uno strumento di potere, come la bellezza in generale.
6115Per imparare una cosa bisogna farne uso.
7059SULLA FALSA AUTOSTIMA
Ci sono persone la cui autostima dipende totalmente dai giudizi, apprezzamenti e attenzioni da parte delle persone che le circondano. In realtà queste persone non hanno una vera autostima e basta poco per deprimerle o farle sentire offese. Basta una critica, una mancanza di attenzione per scatenare la loro rabbia o disperazione. La vera autostima non può venire dagli altri, ma da se stessi, dalla propria visione di sé e del mondo, dai propri principi intellettuali ed etici, che dovrebbero essere basati su una cultura aperta e universale più che sulle esperienze fatte con le particolari persone che la sorte ci ha fatto incontrare.
7411Guardare il mondo come fosse un collage, sentirmi padrone della città, percepire le persone che incontro come se non potessero nuocermi in alcun modo, di ognuna chiedermi quale sia la sua storia.
8560Sia la democrazia diretta che quella rappresentativa hanno i loro vantaggi e svantaggi. Vedere i vantaggi o gli svantaggi solo da una parte mi sembra poco credibile. La stessa democrazia, rispetto alla dittatura, ha vantaggi e svantaggi. Questo è un invito alla moderazione nel giudizio politico.
6090Paulo Coelho proprio non lo digerisco. Lo considero un dispensatore di spiritualismo da quattro soldi, di massa, soporifero, molto commerciale, un pifferaio magico che attrae la gente in un mondo fantastico che ha poco a che fare con la realtà. Credo che il suo suo successo spropositato sia dovuto soprattutto al fatto che riesce a far sentire intelligenti anche i più stupidi.
6747Nel 60 per cento del pianeta non è garantita la libertà di religione. Come si fa a non essere misantropi?
6832Meglio rispondere in modo imperfetto a domande importanti che rispondere perfettamente a domande non importanti.
4653Chi oserà dire che l'uomo medio è mediocre?
7051QUALE LIBERTÀ
L'Uomo vuole soprattutto la libertà di rimanere schiavo, ignorante, illuso, irresponsabile.
7636Ci sono persone che starebbero bene se non avessero paura di star male.
7354FRUSTRATI E INVIDIOSI
Ci sono individui caratterialmente frustrati, che, essendo incapaci di soddisfare i propri bisogni più o meno sani, sono invidiosi delle persone soddisfatte, non hanno a cuore il loro bene, né si compiacciono dei loro successi e delle loro fortune.
8670Un politico non dovrebbe essere giudicato per la sua arroganza o il suo egocentrismo, ma per la sua capacità di governare per il bene comune, per la qualità dei risultati del suo governo.
7590I gusti non sono solo gusti, ma anche chiese in cui quelli che hanno gusti simili si ritrovano e si proteggono dagli altri.
9138Tra le cose che differenziano gli esseri umani ci sono la zona confortevole (comfort zone) e le capacità cognitivo-emotive.
6708Nemmeno Bergoglio rinuncia al titolo di "Sua Santità" come se fosse già santo conclamato. Tutti i papi sono narcisisti per statuto.
8062Una domanda fondamentale: cosa vale la pena di fare?
5953Homo sapiens? Homo ignarus!
6074Siamo tutti matti ma pochi lo sanno.
7584Homo homini ignarus.
9130Le mezze verità sono più pericolose delle falsità totali, perché una verità parziale può facilmente nascondere falsità e lacune.
7647La saggezza di una persona non dipende dalla quantità delle conoscenze da essa acquisite, ma dalla loro qualità, e più precisamente dalla loro verità e utilità rispetto alla soddisfazione dei bisogni umani.
9168Quando la persona che amiamo non si comporta come ci aspettiamo, scatta la nostra ritorsione che può essere aggressiva oppure vittimistica. Nel primo caso minacciamo o iniziamo la separazione, nel secondo mostriamo le ferite reali o immaginarie che l'altra persona, secondo noi, ci ha inflitto.
6237Non è vero che siamo tutti uguali come i mass media, i religiosi, i demagoghi e i mediocri vorrebbero farci credere. Abbiamo tutti eguali diritti, ma in quanto a capacità intellettuali (soprattutto per quanto riguarda i "valori umani", di cui si parla sempre meno), e di empatia, ci sono differenze enormi. Più si è diversi dalla massa e più si soffre di solitudine e incomprensione.
8663Spesso quello che chiamiamo falsità non è altro che una verità incompleta, insufficiente, inefficace, insoddisfacente.
7708Ogni cosa che scrivo è un seme da cui un giorno qualcosa verrà generato.
7413Siamo talmente abituati a considerare la banalità una qualità disprezzabile che non ci accorgiamo che molte cose che rendono dolce o sopportabile la vita sono banali. E poi ci sono banalità che nascondono significati profondi. Dovremmo imparare a guardare le banalità senza pregiudizi e senza preemozioni.
6587Il male è normale. Messaggio per chi cerca di essere normale.
6761Non c'è nulla di più noioso che le risposte senza domanda.
7304Infelice chi non ha un'autentica, reale, sostanziale condivisione di cose importanti, con un sufficiente numero di persone. Quello che condividiamo nei social network è generalmente superficiale, artefatto, inconsistente, conformista, con poche eccezioni. Serve soprattutto a nascondere la nostra solitudine e le nostre ansie, a far credere di essere sani, soddisfatti, normali.
7256LA CONDIVISIONE COME MISURA DEL VALORE
Tutto ciò che non possiamo condividere con altre persone è inutile o dannoso.
6838La psiche ci fa vedere e credere ciò che ci fa star bene o che ci fa meno paura, non ciò che è vero e reale.
7575La parola "virtù" è per molti obsoleta, specialmente per quanto riguarda l'etica e l'intelletto. Le persone che cercano di essere più virtuose sono sempre meno e viste con fastidio o sospetto dai più. Cercare di essere virtuosi viene spesso percepito come cercare morbosamente di superare gli altri, mentre il vero virtuoso cerca di superare solo sé stesso. Non è colpa sua, se, cercando di superare se stesso, supera involontariamente qualcun altro, ma ciò non gli viene perdonato dalle persone superate. A pochi viene in mente che il perseguimento delle virtù possa essere un bisogno sano e una fonte di piacere. Perciò al virtuoso conviene nascondere le proprie virtù a coloro che non le sopportano. In questo modo ridurrà il rischio di essere considerato presuntuoso, arrogante, saccente, narcisista, represso, nevrotico, rigido, giudicante, troppo severo ed esigente con sé stesso e gli altri, ecc.
8645Prepararsi al cambiamento è già cambiare.
7358SFIDARE LE SOFFERENZE
Per essere mentalmente sani, forti e liberi non bisogna aver paura di soffrire né di ricordare sofferenze passate. La paura di soffrire o di soffrire di nuovo ci limita, riduce la nostra vita alle opzioni meno rischiose. Senza il rischio di soffrire non c'è gioia possibile. La sicurezza e la rimozione dei ricordi deille sofferenze ci rendono aridi e inibiti. Le sofferenze non vanno evitate, ma sfidate, combattute.
8638L'io cosciente è progressista, ma l'inconscio è conservatore.
683 quotes found