Aphorisms by Bruno Cancellieri

Recensione di Luigi Anepeta

1491 quotes found  
La folla è folle.
Consumo, ergo sum.
Cumdivido, ergo sum.
Homo homini ignarus.
Scrivo, dunque sono.
Chi educa l'educatore?
È normale essere anormali.
Homo sapiens? Homo ignarus!
Chi non comprende, giudica.
Pensare implica immaginare.
Felicità = buone relazioni.
Chi vince ha sempre ragione.
L'uomo è un animale fazioso.
Ognuno è il centro del mondo.
I mezzi giustificano il fine.
Ognuno è in cerca di alleati.
L'uomo è un animale domestico.
L'uomo è un animale incoerente.
Più si sa e più si hanno dubbi.
Mai dire mai e mai dire sempre.
Alla bellezza si perdona tutto.
Siamo tutti diversamente umani.
Solo i saggi amano la saggezza.
Ho capito che non avevo capito.
Agitare la mente prima dell'uso.
Eleganza fa rima con semplicità.
Il romanzo è psicologia pratica.
Chi non si limita sarà limitato.
Siamo tutti diversamente uguali.
Il riso è uno scoppio di libertà.
Smettere di dare è come togliere.
Dimmi chi citi e ti dirò chi sei.
Per caso periremo o ci salveremo.
Credere è una scelta involontaria.
Sia fatta la volontà della natura.
Le poesie sono collages di parole.
Ognuno desidera essere desiderato.
L'uomo è un animale mistificatore.
L'uomo è un animale programmabile.
Il mondo è un'ecologia di bisogni.
La mente è un sistema informatico.
Un linguaggio è una rete di parole.
Il cervello è un grande simulatore.
Siamo tutti matti ma pochi lo sanno.
Per capire una cosa bisogna viverla.
La vita è un conflitto di interessi.
Aver fede nella fede rende fanatici.
Ognuno fa ciò che ha imparato a fare.
Siamo schiavi delle nostre abitudini.
Ognuno la racconta come gli conviene.
Dacci oggi il nostro like quotidiano.
Gli aforismi sono distillati di idee.
A volte il fine coincide con la fine.
La gente ha paura di chi non ha paura.
Siamo tutti manipolati e manipolatori.
La saggezza è al di sopra delle parti.
Siamo tutti diversamente intelligenti.
Voglio fare della mia vita un romanzo.
Cosa ci connette? Cosa ci disconnette?
Chi non condanna il male ne è complice.
L'arte è una droga e uno status symbol.
Non si può cambiare tutto in una volta.
I vittimisti sono vittime di se stessi.
L'importante è sapere cosa è importante.
Per imparare una cosa bisogna farne uso.
Ogni causa è conseguenza di altre cause.
Tendiamo a vedere solo le cose previste.
Si può sbagliare anche senza fare nulla.
Ho bisogno di sapere di cosa ho bisogno.
Ognuno è (anche) il denaro che possiede.
L'uomo è il peggior nemico di se stesso.
Si nasce vittime e si diventa aggressori.
Un testo senza contesto è insignificante.
Prepararsi al cambiamento è già cambiare.
Amo ciò che mi serve e servo ciò che amo.
Per imparare a vivere non basta una vita.
Continuo a fabbricare monete fuori corso.
La felicità è fatta di buone interazioni.
Fai la cosa giusta, il resto verrà da sé.
La Bibbia non parla di Dio, ma dell'Uomo.
Chi la sa più lunga cerca di nasconderlo.
Non si può capire ciò che non si conosce.
Chi è amico di Daniel Dennet è amico mio.
Ragionare è semplice, vivere è complicato.
La saggezza inquieta chi ne possiede poca.
La psicologia è l'informatica della mente.
Ognuno è esperto delle proprie esperienze.
Cambiando punto di vista, la vista cambia.
Pensare è parlare con persone immaginarie.
il sentimentale è il mentale che si sente.
Tutto può essere utile, nulla sufficiente.
La giustizia la cerca chi non ha il potere.
Chi oserà dire che l'uomo medio è mediocre?
Le scienze uniscono, le religioni dividono.
Dimmi che domande ti fai e ti dirò chi sei.
I nostri bisogni comandano e noi obbediamo.
Interagire implica servire e farsi servire.
Ci sono mille filosofie e una sola scienza.
Il passato e il caso determinano il futuro.
Il complottismo è la religione dei cretini.
1491 quotes found